domenica 18 giugno 2017

Ad un passo dall'anima

Sono arrivato qui, solo un passo dai miei sogni.
Mi sono fermato davanti a quella foto,
eri bella seduta sopra il mondo.
Il tuo viso si confonde ancora dentro piccole gocce di arcobaleno,
mentre io rimango qui, ad un centimetro dalla tua anima.
Vorrei poterti avere qui, 
seduta accanto ai miei pensieri, dentro i miei sospiri
per disegnare con le dita sui contorni delle tue labbra.
Vorrei spettinare i tuoi capelli,
sentire le tue mani disegnare sul mio corpo
arcani intrecci di magia. 
Le mie notti si spengono, dove i miei occhi cercano 
tra le pieghe più nascoste della tua dolcezza.
Percorro le onde più dolci della tua malinconia,
sono venuto a prenderti per mano
per raggiungere insieme un rifugio lontano,
ma ci sono arrivato solo vicino, in ginocchio,
ad un passo dalla tua anima.
Mi scopro un sorriso innocente,
a giocare con gli angoli contriti della mia bocca,
regalo questo pensiero al vento che, ingordo, 
si porta via le mie parole.
Mi diverto ad immaginare che le porti da te,
che ti prendano per mano per riportarti qui, 
ad un passo dalla mia anima.
Anche il cielo mi strapperei dagli occhi, 
per vivere insieme ancora un'ora
e invece domani sarò di nuovo a dipingere, 
una notte o una vita intera,
con il colore sbiadito della tua assenza.

Nessun commento:

Posta un commento